Fenomenologia di Casalino, il governo del finto cambiamento

| politica casalino, Conte, Di Maio e Tria

Se si mente, arrivando a fare profferte economiche senza coperture (reddito di cittadinanza) o palesemente inique (flat tax), i nodi verranno al pettine

Gabriele Grosso

Lavoratore millennial, classe 1990. Project Manager e Operations Specialist per Talent Garden. Metà vita a Milano, metà a Napoli, e una spolverata di Veneto. Sempre amato capire come le cose funzionano, dagli atomi alla politica. Fanatico dell’azione, convinto che una sola parola, al posto e nel momento giusto, possa cambiare tutto.

LEGGI L'ARTICOLO

Uscire dall’euro, ma per entrare in cosa? Dove ci portano i sovranisti

| Economia antieuropeismo, Di Maio, euro, Europa, Salvini e sovranismo

Dopo il fallimento del Pd e di Renzi, l’imputato perfetto oggi è l’Europa. È nata male, non funziona. Ma la strada dell’uscita dall’euro non è una soluzione

Federico Conte

Deputato di Liberi e Uguali. Commissione Giustizia. Avvocato.

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla Costituzione al Contratto: ecco la tragedia della Terza Repubblica

| politica comitato di conciliazione, Conte, contratto, Di Maio, governo conte, Salvini e terza repubblica

Rousseau è diventato il nome di un sistema operativo che viene usato contro la visione del buon Jean-Jacques. Contratto è il nome dato ad un accordo di consorteria che cancella totalmente l’idea rousseauiana del contratto sociale.

Gabriele D'amico

Torinese, avvocato, appassionato di diritto ed economia della cultura, dottorando fra Berlino e Gerusalemme in diritti umani e diversità culturale. Consapevolmente olivettiano, credo nella capacità umana di superare la gregarietà del sistema limbico e ragionevolmente spero in un futuro di sviluppo umano integrale.

LEGGI L'ARTICOLO

Mantenere la rotta, invertire l’agenda. Suggerimenti per l’opposizione

| politica Acquarius, agenda, Di Maio, governo conte, opposizione, Salvini e social

Un’opposizione responsabile e vincente non insegue l’agenda politica degli avversari, ne prospetta un’altra e lavora per presentare un’alternativa credibile

Ernesto Paolozzi

Insegna Storia della filosofia contemporanea. E' stato direttore scientifico della Fondazione "Luigi Einaudi" di Roma. Autore di numerosi volumi, ha collaborato e collabora con varie riviste e quotidiani, fra i quali la rivista "Complessità", di ispirazione moriniana, e "la Repubblica-Napoli". E' interprete del pensiero crociano e studioso del liberalismo. A Napoli è stato fra i fondatori dell'Ulivo e del Partito democratico.

LEGGI L'ARTICOLO

Il “contratto” non è cambiamento, ma conservatorismo compassionevole

| politica contratto, Di Maio, Europa, flat tax, governo, Lega-M5S e Salvini

Lo chiamano governo del cambiamento, in realtà ci troviamo di fronte a una versione più dilettantesca di un conservatorismo compassionevole che a destra ha avuto tanti esegeti: da Pinochet a Reagan, da Thatcher a Bush, da Orban a Putin, da Trump a Erdogan.

Arturo Scotto

Nato a Torre del Greco il 15 maggio 1978, militante e dirigente della Sinistra giovanile e dei Ds dal 1992, non aderisce al Pd e partecipa alla costruzione di Sinistra democratica; eletto la prima volta alla Camera a 27 anni nel 2006 con l'Ulivo, ex capogruppo di Sel alla Camera, cofondatore di Articolo 1. Laureato in Scienze politiche, ha tre figli.

LEGGI L'ARTICOLO

Far partire la legislatura: le paradossali analogie, le condizioni per una discontinuità. #ricominciodatre

| politica #ricominciodatre, centrosinistra, Di Maio, elezioni 2018, gentiloni, governo, Grande coalizione, Liberi e Uguali, nuovo governo, partito democratico e Salvini

Non ci sono vincitori delle elezioni, nel senso di una conseguenza diretta, di tipo maggioritario, sul governo. Ci sono forze che hanno avuto più voti. Ovviamente con un chiarimento decisivo. Chi, ai sensi del Rosatellum, si è presentato come “capo” di una lista, non può far valere automatismi per la guida del governo.

Marco Macciantelli

Allievo di Luciano Anceschi, dottore di ricerca in Filosofia, già coordinatore della rivista “il verri”, agli studi e alla pubblicazione di alcuni libri ha unito l'impegno politico di amministratore pubblico.

LEGGI L'ARTICOLO

Sosteniamo un monocolore 5 Stelle: una proposta a tutta la sinistra

| politica analisi del voto, Di Maio, elezioni 2018, governo, Lega, Leu, Liberi e Uguali, Movimento 5 Stelle e Salvini

Né Salvini né Di Maio mi sembrano tanto sprovveduti da dar vita a un governo insieme. Ai diversi commentatori che prefigurano questo esito, chiedo rispettosamente in forza di quali alti meriti dovremmo aspettarci un simile regalo.

Tommaso Sasso

Studente di Giurisprudenza, prende parte fin dalla nascita al progetto di Articolo 1 prima e di LeU poi. Tra i fondatori del Movimento giovanile della sinistra

LEGGI L'ARTICOLO