La vita di Articolo Uno

CHI SIAMO

https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

I documenti di Articolo Uno

Le proposte politiche e programmatiche di Articolo Uno

LEGGI I DOCUMENTI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/05/fondamenta.svg

Trasparenza

Bilanci e documenti di legge

SCARICA I DOCUMENTI



Rassegna stampa

Guerra: il governo attacca i lavoratori, vuole una svolta autoritaria

                           
Luca Pons, Fanpage

Tu non puoi dire che i lavoratori non possono fare uno sciopero. Non mi interessa neanche entrare nel merito dello sciopero o della protesta: è un loro diritto farla. Chi sceglie di aderire a uno sciopero fa una scelta delicata, perché comporta una rinuncia al proprio stipendio, che non è proprio una cosa facile da affrontare. Non possono essere dileggiati in questo modo, usando termini come “capricci”.

LEGGI L'ARTICOLO

D’Attorre: non abbiate fretta, il Pd era allo sfascio ma sta tornando

                           
Umberto De Giovannangeli, L’Unità

All’inizio di quest’anno tutti i giornali parlavano di un Pd a un passo da una definitiva dissoluzione. E non avevano tutti i torti. Oggi c’è un Pd nel pieno di un processo di trasformazione, che torna a essere identificato con temi e diritti sociali da cui negli anni scorsi è apparso molto lontano. E sinceramente non capisco quale sarebbe l’«anima» che la segreteria Schlein ha tolto al Pd. Quella che ha portato ai rovesci elettorali del 2018 e del 2022?

LEGGI L'ARTICOLO

Bersani: vincono le lobby, vergogna parlare di liberalizzazione

                           
Carlo Di Foggia, Il Fatto quotidiano

Obbligano milioni di persone a un passaggio forzoso al privato in nome di un’idea distorta di mercato, che indebolisce il consumatore invece di rafforzarlo, con un lavoro di lobby e pressioni durato anni in cui hanno prima azzoppato l’Acquirente unico. Quando la gente scoprirà cosa è successo si infurierà. La mia idea di liberalizzazione era difendere cittadini e imprese dalle prepotenze del mercato, questo è il suo contrario.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Media & Press

Facebook

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

15th Febbraio 2024, 10:23

Articolo Uno

... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Bravo Speranza!!!diamo il nome giusto a questi squadristi che siedono in parlamento.

Questa è la dimostrazione che loro se fossero stati al governo in quei terribili due anni di pandemia, ci saremmo ritrovati con milioni di morti in Italia.ne la dimostrazione l’attacco vergognoso, umiliante, antidemocratico fatto ieri in parlamento da quella indegna parlamentare che si è scagliata contro l’ex presidente del consiglio Giuseppe contee l’ex ministro della sanità Roberto SPERANZA, a cui va tutta la mia vicinanza e solidarietà

Queste 133 persone hanno firmato un appello in difesa del Ministro Speranza. Segnatevi i nomi. #CommissioneCovid articolo1mdp.it/noi-stiamo-con… Leggete i nomi… hanno sottoscritto anche i defunti 🤣🤣🤣 #AndreaPurgatori MA NON VI VERGOGNATE??? 🤮🤮🤮🤮🤢🤢🤢🤢

Parla di squadrismo chi ha imposto il lasciapassare nazista? Addò cazz sim arrvat

Ma va la MR. #TAchipirinaevigileattesa, hai offeso e denigrato i medici che per primi avevano capito come curare e hai avuto i peggiori risultati d'Europa. E allora taci, che ci fai una figura migliore, gli Italiani hanno memoria breve, se ti "rintani come un topo (ti ricorda niente sta' frase?)", si dimenticheranno di certo.

Lo squadrismo è quello che NOI abbiamo subito da lui e da voi gli scorsi 4 anni! I fenomeni storici, pur essendo irripetibili, tuttavia sono originati da meccanismi psicologici dai quali dipendono i processi sociali. Tali meccanismi, che sono una componente essenziale della natura umana, agiscono sempre allo stesso modo. Testo di 3 anni fa, dato che è finalmente giunto il momento di far valere il concetto: Avete presente la famosa foto dell'unica persona con le braccia incrociate mentre la folla attorno a lui fa il saluto nazista? Nel corso degli anni, su quante bacheche abbiamo visto questa foto? Molti finora avevano pensato di sé stessi che si sarebbero comportati come lui nel caso se ne fosse presentata l’occasione. E anche se nessuno lo riteneva realisticamente più possibile, l’occasione di poterlo dimostrare invece è giunta, e proprio essi, proprio quelli che dicevano che si sarebbero comportati come lui, non si stanno comportando come lui, anzi, col braccio teso, proprio loro mostrano fieramente il green pass, comportandosi esattamente come tutti quelli che nella foto stanno attorno a lui. Non come lui. Siamo stati messi alla prova, e loro l'hanno fallita. Chiunque non abbia trovato nulla di strano in una cosa come il green pass ha finalmente la risposta alla classica domanda "come è potuto accadere" in relazione a noti eventi storici. La trova in sè stesso. E' potuto accadere perchè anche allora c'erano persone come lui. Il green pass è stato come la bassa marea: ha smascherato chi nuotava nudo. Ho letto un commento che diceva "basterebbe si facessero il vaccino e mostrassero il green pass anzichè intestardirsi ecc", che è esattamente come dire in riferimento ai professori che nel 1931 rifiutarono di giurare fedeltà al regime "basterebbe giurassero fedeltà anzichè intestardirsi ecc". Un altro che diceva “invece di protestare per il prezzo della benzina protestano solo contro il green pass” che è come se nel 1933 un tedesco avesse detto “invece di protestare per il prezzo della benzina protestano solo contro Hitler”. Ecco, quando ci si chiede come abbia fatto il fascismo ad avere consenso, basta leggere i commenti dei fanatici del green pass. Si sono cambiati d'abito, ma sono rimasti lo stesso tipo di persone. Incredibilmente, proprio le persone che "fino a ieri" avevano pontificato di democrazia e libertà, oggi si sono rivelati essere in realtà i veri fascisti nel senso proprio da loro inteso. Hanno finto per 76 anni... probabilmente erano finiti perfino per auto-convincersene... fino a ieri a chi parlava di un possibile ritorno del fascismo lo prendevo per matto... invece ho scoperto che avevano ragione, sarebbe ancora possibile, ma i potenziali fascisti, solo temporaneamente sopiti, sono proprio loro, come stanno dimostrandosi ora, quelli che per anni ci hanno ripetuto "imparare la storia per non ripeterla", dei quali tutti ci fidavamo. Ora nel momento in cui iniziano a manifestarsi proprio i primi medesimi germi di certi eventi storici, cosa fanno? Minimizzano e deridono chi invece, come ci hanno insegnato a fare proprio loro fino a ieri, cerca di farli notare! Dopo che hanno pontificato per decenni contro il pericolo fascista, si sono rivelati essere loro stessi tale pericolo! Proprio quelli che dicevano “abbiamo gli anticorpi” erano invece la malattia latente. Ormai è tardi per tornare indietro, si sono già rivelati, e tardi lo è stato dal momento in cui il primo soggetto che ha proposto un abominio come il green pass non ha scatenato il putiferio antifascista che ci si sarebbe comprensibilmente aspettati. Se qualcuno anche nel 1933 avesse "bloccato un porto" magari successivamente non ci sarebbe neanche stato il bisogno di bloccare treni perché treni da dover bloccare non ce ne sarebbero stati! Sul serio Berlusconi non ci arriva ad un concetto così semplice??? Dovreste ringraziare che c'è già oggi chi per senso civico ed altruismo sta protestando ANCHE PER VOI, perché se oggi ancora non lo capite, un giorno lo capirete, sperando non sia troppo tardi, sperando a quel punto non ci siano già (eufemisticamente parlando, ovviamente) "treni in partenza" che nessuno potrà più bloccare. Quanto accaduto non si potrà più cancellare dalla storia e dalla memoria; ora l’importante è che non sia stato inutile. Chi è stato connivente con questo governo criminale non deve essere dimenticato. D’ora in poi, ogni volta che, credendo ingenuamente che tutto tornerà come prima, si azzarderanno a pronunciare i termini “fascismo”, “nazismo”, “totalitarismo”, “discriminazione”, “odio”, eccetera, in riferimento ad altri, sarà dovere di ogni persona sensata fargli notare che loro non possono più permettersi di pronunciarle se non in riferimento a sè stessi. Ne hanno perduto ogni diritto, per sempre. Non si azzardino proprio a farlo, mai più. Questo deve essere fatto capire perentoriamente. Stavolta per fortuna sono stati fermati in tempo, ma non da quelli dai quali ce lo si sarebbe dovuto aspettare. Non dagli antifascisti.

View more comments

Carica altri post

Youtube

Speranza: abbiamo servito il Paese con onore, nessuna commissione può cancellarlo

SCRIVICI

Raccontaci la vita di articolo 1
nel tuo territorio