https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

I documenti di Articolo Uno

Le proposte politiche e programmatiche di Articolo Uno

LEGGI I DOCUMENTI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/05/fondamenta.svg

Trasparenza

Bilanci e documenti di legge

SCARICA I DOCUMENTI



Rassegna stampa

Guerra: proventi dalla lotta all’evasione per mettere più soldi in busta paga

                           
Giovanna Vitale, la Repubblica

L’inflazione è la tassa più ingiusta che c’è perché non colpisce tutti allo stesso modo, il rincaro dell’energia e degli alimentari hanno un impatto più forte su chi guadagna meno. Perciò il tema è come redistribuire in modo equo questo grosso onere. Il taglio del cuneo fiscale va finanziato. Chi paga? C’è l’esigenza di redistribuire il costo dell’inflazione e non si dovrebbe aver paura di dare a chi ha meno togliendo a chi ha di più. L’analisi fatta dell’Ufficio di bilancio sull’impatto delle misure adottate è rincuorante: il governo è riuscito ad annullare gli effetti negativi dei rincari energetici e alimentari per il 10% delle famiglie più povere e ad attutirne molto gli effetti per il 40%. Gran parte delle famiglie sono state aiutate e questo è provato dai dati.

LEGGI L'ARTICOLO

Bersani: noi più saggi che divisi. Tarasconi sia sindaca sociale

                           
Pietro Visconti, Libertà

Piacenza dice ai progressisti che il potenziale c’è e va fatto esprimere predisponendo in autunno una novità politica e un programma nuovo rivolto al sociale. La destra c’è e non si vincerà dicendo solo no alla destra. Una recente rilevazione ci dice che solo il 28 per cento di chi ha redditi bassi ha votato, il 63 per cento di chi ha redditi medi, il 79 per cento di chi ha redditi alti. Si conferma che la disuguaglianza è una zavorra sia per l’economia sia per la democrazia.

LEGGI L'ARTICOLO

Scotto: i curdi traditi in nome della Nato. Il cinismo unica bussola

                           
Arturo Scotto, Globalist.it

Quando il cinismo diventa l’unica bussola delle relazioni internazionali, parlare di universalismo dei diritti umani è solo retorica buona per i comizi. In mezzo ci finiscono i popoli innocenti. Che vengono idolatrati, poi masticati e infine sputati dalla logica della guerra. Anche quando essa viene accompagnata dall’enfasi della lotta per la democrazia. Oggi tocca ai curdi, domani paradossalmente potrebbe accadere agli stessi ucraini. Non si sa mai che Putin non ritorni a sedersi al tavolo dei grandi e tornare utile alla bisogna.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Media & Press

Facebook

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2nd Luglio 2022, 17:38

Articolo Uno

Non umiliare il popolo curdo: il documento della direzione di Articolo Uno

La direzione nazionale di Articolo Uno, riunitasi oggi in modalità online per analizzare il voto delle amministrative, esprime preoccupazione rispetto ai contenuti del Memorandum sottoscritto in sede Nato dai Governi della Svezia e della Finlandia con la Turchia.
Segnaliamo il rischio che l’ingresso nell’Alleanza atlantica dei due paesi che hanno avuto una lunga tradizione di accoglienza dei rifugiati politici porti con sé l’idea di uno scambio su principi non negoziabili dello Stato di diritto.
Ci impegneremo in ogni sede affinché il popolo curdo, peraltro alleato delle comunità internazionale contro il terrorismo e l’Isis, non venga nuovamente sottoposto a un’umiliazione che ne metta in discussione il diritto ad esprimere la propria identità.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Non è sufficiente il documento; bisogna esigere che il governo italiano pretenda delle garanzie dalla Nato, altrimenti non vedo altra soluzione per la sinistra che l'uscita da un governo che baratta i diritti di un popolo con il rafforzamento militare della Nato.

Pur di difendere gli interessi anglo americani, tradiremo tutti ....

Cosa significa umiliare. Chiamiamo le cose con il proprio nome. I curdi non si fanno umiliare da nessuno. Il termine giusto è massacrare

Lo sanno tutti che cosa è stato fatto al popolo curdo, addirittura sull'altare della mobilitazione generale del cosiddetto occidente per un confronto col resto del mondo che rischia di portarci tutti all'inferno. Il libero e fiero e democratico popolo curdo è stato lasciato sotto le minacce di un vero e proprio massacro da parte del suo acerrimo nemico. Questa è la sostanza dell'inqualificabile cedimento alla pretesa del dittatore turco di non proteggere più i rifugiati curdi nei due paesi che questo hanno accettato per poter avere il consenso (!!!) del turco al loro ingresso nella Nato. Non c'è pezza, come questa che ci è dato leggere, che possa coprire questo buco oscuro che si è lasciato provocare in quello che nel diritto umano e nei trattati internazionali è invece totalmente intangibile, da chiunque.

Comunicato assai soft, condivisibile nei principi ma non basta. Serve una forte pressione di tutto il centro sinistra sul governo affinché prenda una posizione chiara e netta. Draghi aveva dato del dittatore ad Erdogan e non basta che sia stata una brava giornalista a ricordaglielo.

Bene, ma credo sia ora di prendere le distanze , anche pubblicamente dal Governo Draghi e di passare ad un appoggio esterno. Non se ne può più di un bancario servo americano

Siamo contenti per questa presa di posizione, però si dovrebbero usare i termini giusti. Ricatto del dittatore turco,leggerezza dei finlandesi e svedesi, prossimo " massacro" dei curdi. Belli sto valori occidentali, sei bravo quando servi, sacrificabile quando servi di nuovo!!!!

Mi dispiace che questa dichiarazione sia stata fatta dopo, non prima della decisione di accogliere i due paesi

Draghi era li, e noi siamo nel suo governo

Umiliare. ...no :sono stati venduti a Erdogan

Ma per favore ... lasciate il governo Draghi , per una volta siate coerenti !

Molto tardivo bisognava dirlo PRIMA sa quanto ora gliene importi a Erdogan?

Umiliare è davvero un eufemismo offensivo ... che senso ha questo comunicato ?

Io avrei parlato di SDEGNO piuttosto che preoccupazione. A meno che Erdogan non sia diventato improvvisamente un agnellino.

Questo comunicato è un capolavoro di ipocrisia e vincerebbe, per distacco, il Primo premio del concorso di "Arrampicata sugli specchi ". SIETE IN UN GOVERNO CHE NON HA PROFERITO PAROLA ALCUNA SUL VERGOGNOSO DIKTAT IMPOSTO DAL DITTATORE TURCO PER ACCETTARE L'INGRESSO DI SVEZIA E FINLANDIA NELLA NATO! A precisa domanda ,il VOSTRO primo ministro non ha proferito risposta .HA FATTO COME PONZIO PILATO: se ne è lavato le mani! E voi parlate di non umiliare il popolo curdo : siete degli ipocriti farisei!

Ormai il danno e' stato fatto ed onestamente il memorandum non è la cosa peggiore successa a Madrid. La 'nuova' NATO mondiale che si autoproclama sceriffo del mondo e di scegliere i dittatori da difendere e quelli da combattere..È una roba pericolosa, terribile, una pietra messa sopra l'ONU

E se si cominciasse a definire per quello che è Erdogan ? Approfittatore ricattatore non che , dittatore . Si può dire ? O i tedeschi se ne hanno a male , e rischiano di vedere arrivare , di nuovo , immigrati in fuga ? Si possono sottolineare , a livello NATO , queste " pregevoli doti " ?

Concretamente cosa farete?

Non c'è il rischio, c'è la certezza dello scambio sui principi.

Fino ad ieri erano eroi, adesso merce di scambio, non mi sembra ne giusto ne umano, poi pretendiamo di esportare modelli di civiltà.

Ma proprio volete prenderci in giro?! (Per non usare parole più crude).Dopo giorni di silenzio ed asservimento forse era meglio tacere.Molti di noi non se ne sarebbero accorti .... Sveglia, SIETE AL GOVERNO!!!!!!

Preoccupazione e rispetto meglio dire che hanno fatto schifo

Perché ci esponiamo continuamente a ricatti da parte di governi autoritari che privano i popoli delle più elementari libertà: di pensiero, di parola, di autodeterminazione .......? Ma dove stiamo andando?

Un comunicato del genere mi sa un po' di presa per il culo. Era meglio non scrivere nulla e vergognarsi...

Debole comunicato,condivisibile sui principi ma sembra scritto da chi non ha responsabilità di governo...

View more comments

2nd Luglio 2022, 11:57

Articolo Uno

La destra si può battere: lo dimostrano le elezioni amministrative.
L’unità del campo dei progressisti è un bene a cui non intendiamo rinunciare.
E’ anche il frutto del lavoro di Articolo Uno che abbiamo fatto in questi anni e che vogliamo continuare a portare avanti.
Ieri a Roma con la CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro e poi Cortona al convegno di AreaDem è stato fatto un passo in avanti importante.
Avanti così.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

L'importante è non parlare nemmeno con gente come Renzi e Calenda. Deve essere la condizione base, così da trainare il PD a sinistra, ed evitare di mettere dentro alla coalizione dei cavalli di troia stile Udeur. Articolo uno, sinistra italiana, Conte e il Pd può essere una coalizione valida. I voti vanno cercati tra la gente, non facendo la somma con la calcolatrice dei sondaggi, mettere dentro gentaglia di centro i voti li fa perdere a sinistra. Io per esempio non voterò mai una coalizione dove ci siano all'interno i soggetti citati prima

Fin quando avremo un PD che è più Draghiano di tutti, che difende e sostiene Draghi perché è solo economia, finanza e non politica..... non ci sarà nessun dibattito contro le destre. Letta è la rappresentazione concreta di questa situazione; si è preso il merito (senza alcun motivo) di come sono andate le amministrative, dove invece i meriti spettano esclusivamente alle liste locali dove figurano elementi molto migliori di lui.

La destra di può battere con proposte progressiste e di difesa del lavoro dei giovani. La destra é retrograda, il progresso è giovane.

In questo lavoro da portare avanti scegliete una proposta concreta su cui battere martellando forte per la eliminazione dei mille contratti che creano precarietà e insicurezza. Trovate un messaggio conciso ed efficace, ma di sostanza, non come quello del Pd "dalla parte delle persone" che nella sua ovvietà e vuoto quasi cosmico...non significa un bel niente e purtroppo continua a troneggiare sullo sfondo delle loro iniziative.

Letta: Molla il bu....... che hai accanto .Almeno perderai con onore.

Letta, speranza , conte , ma fatemi il piacere!!! Questa è gente che deve sparire dalla scena politica italiana e non farsi mai più vedere!!!!

Novità vere,concrete,di sinistra altrimenti anmucchiarsi servirà a poco(Bersani docet).

Manco solo Erdogan poi il quadretto di famiglia è al completo!

Ma dove vivete, parole vuote e senza senso, il paese va a rotoli e questi pensano a giocare a pallone cercando un campo largo.

Il Pd è a conduzione democristiana con Renzi e Calenda che tendono a farlo sparire. Renzi ci stava quasi riuscendo! Fronte Largo? Ma via, che significa? Alla sinistra democratica serve un riferimento non pet vincere soltanto le elezioni ma anche e soprattutto per governare secondo propri principi. Oggi Art1 e Leu sono troppo appiattiti su Letta e non si capisce bene in cosa si distingue, nei fatti, da questo. A mio parere, di modesto semplice elettore che ha sempre votato a sinistra ( o non votato con Renzi ).

mi dispiace ma con un PD così guerrafondaio e tappetino della NATO, l'ipotesi del "voto utile" non regge più....

Progressisti, sinistra, campo largo, . . . ma che siamo socialisti pratici ovvero socialdemocratici non ce lo ricordiamo più ?

Basta non prendere Renzi 👿

Le elezioni amministrative hanno dimostrato questo. Se no non torna la Politica con la P maiuscola qualsiasi iniziativa è aria fritta. Alle prossime elezioni politiche, con il taglio dei parlamentari, che ha cancellato la rappresentatività, e con l'attuale legge elettorale l'astensionismo potrebbe raggiungere cifre impensabili. Perché Art. Uno no non riprende la proposta di Bersani del 2012 per approvare il Regolamento Attuativo dell’art 49 della Costituzione?

Non l'avete messa la Mascherina, ridicoli e irresponsabili uomini di palazzo?? Avete fatto le bozze, i patti per gli italiani....o gli inciuci tra di voi??

Che bu ... è? Esplica

40% di affluenza alle urne Tutti illegittimi La maggioranza non vota Perché non li riconosce. Sono ufficialmente: Tutti dei Banditi Da Sx a Dx e da Dx a Sx E chi ha scritto un simile post Ne risponderà a breve davanti al popolo per Fascismo e Calpestamento della Democrazia. Oltreché per genocidio pianificato: 90% sierizzati Tasso di Positività schizzato al 26% La certificazione matematica con i numeri di quanto perpetrato ai danni del ns popolo I morti, Gridano vendetta.

Sietelontano anni luce dai lavoratori pezzi di💩💩💩 E l'ucraina ci sta sul cxxxx

Forza ragazzi

il pd vi lascerà con l amaro in bocca... andrà con renzi calenda forza Italia e giorgetti nel 2023

I progressisti? In cosa differenti dalla destra? Giusto per dire non voto Berlusconi o Salvini. Io personalmente, da ex comunista, mi vergogno di tutti voi (con qualche eccezione per Conte). Per il resto state sostenendo il peggiore governo della storia italiana! Basti pensare che è guidato dall’uomo delle banche. Vi chiedete perché i poveri, gli operai …. non vi votino più? Neanche ve lo chiedete! Fate parte di quella cerchia che si auto garantisce ed è autoreferenziale. Un buon posto da 10/15 k al mese lo avrete sicuramente in quel fantastico mondo che è il governo o il sotto- governo nel futuro prossimo l’importante è abbassare la testa davanti ai signori della guerra, delle banche, del petrolio.L’unica cosa che vi chiedo è di non dirvi più in nessuna maniera di sinistra. Siete la vecchia balena bianca che avanza da sinistra e da destra e si chiama ora PD ora Lega.

Campo progressista , bella schifezza, vergognatevi siete al governo con Draghi una foto veramente disgustosa!

Armi a Kiev, carburanti alle stelle, riforma dirigista della scuola. Di sinistra, non avete più nulla.

View more comments

Carica altri post

Youtube

Bersani: Epifani era riformista prima che questa parola si ammalasse e venisse rubata

SCRIVICI

Raccontaci la vita di articolo 1
nel tuo territorio