https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

Le tesi per una forza ecosocialista

Ecco le tesi approvate dall'assemblea congressuale di Bologna il 7 aprile 2019 come Manifesto politico di Articolo Uno

LEGGI LE TESI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/05/fondamenta.svg

Trasparenza

Bilanci e documenti di legge

SCARICA I DOCUMENTI
  • immagine

    Cultura, cuore e motore della ripresa. Documento programmatico

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    DiGiTALiA: il 4 e 5 settembre sul web gli Stati generali dell’Innovazione

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    Riconoscere il lavoro di cura. Una lezione da imparare dalla pandemia

    LEGGI L'ARTICOLO

Rassegna stampa

Paladini e Visco: l’aliquota continua che salva il ceto medio

Ruggero Paladini e Vincenzo Visco, Il Sole 24 Ore

Si è discusso nelle scorse settimane sul modo di intervenire a riformare la nostra imposta personale sul reddito, dividendosi tra i favorevoli all’ipotesi avanzata dal ministro Gualtieri di un prelievo effettuato in base a una funzione continua dell’aliquota media e i favorevoli al sistema attuale dell’imposta a scaglioni. I sostenitori di questa ultimo posizione hanno in particolare insistito sul fatto che l’imposta continua sarebbe poco trasparente in quanto occulterebbe le aliquote marginali. Una tabella dimostra come l’asserita trasparenza del sistema vigente sia del tutto inesistente.

LEGGI L'ARTICOLO

Speranza: dobbiamo resistere altri sei mesi, a fine inverno saremo salvi

Annalisa Cuzzocrea, la Repubblica

Una cura e un vaccino per il Covid sono vicini. Basta polemiche inutili sulla scuola, non è un problema della ministra Azzolina, ma di tutti noi. Dobbiamo portare il servizio sanitario nazionale nelle case delle persone. La parola d’ordine deve essere vicinanza, prossimità. Abbiamo un’occasione irripetibile. Io sono favorevole al Mes, ma non mi interessa da dove arrivino i soldi, non ne guardo il colore: che vengano dal Mes, dal Recovery fund, dal bilancio dello Stato, ma che arrivino. Alle regionali si doveva fare di più per correre uniti. Ci vuole più coraggio da parte di tutti. E parlo sempre a partire da me stesso. Non è possibile che siamo al governo del Paese e abbiamo paura di andare insieme a guidare una Regione o un piccolo Comune. Ma credo che il processo politico sia inarrestabile e che si vada verso un nuovo bipolarismo, con da una parte la nuova destra della protezione, identitaria, del sovranismo e dall’altro lato un campo democratico che dobbiamo costruire tutti insieme. 

LEGGI L'ARTICOLO

Bersani: liberalizzazioni con regole chiare, così si difendono i consumatori

Marco Patucchi, Affari&Finanza

Liberalizzare è di sinistra. Significa organizzare un mercato che, nel nostro Paese, fin dal Medioevo, era il luogo delle regole. In Italia non esistono i liberali: quando esci dal campo della sinistra trovi solo la destra del ciascuno faccia come gli pare. Vorrei chiedere al presidente Bonomi: che fine hanno fatto le grandi industrie italiane? Se Confindustria ha un elenco di imprenditori interessati bene, altrimenti deve pensarci lo Stato perché serve una politica industriale che si occupi dei settori strategici per il Paese. È la storia del nostro capitalismo, altro che le polemiche sullo statalismo. Guardi com’è andata con le ferrovie: noi abbiamo aperto l’alta velocità alla concorrenza, primo Paese al mondo a farlo. Però Italo è finita ai fondi esteri… Con la famosa “lenzuolata” cercai di difendere i cittadini dalla prepotenza del mercato. Mi sarei aspettato in questi anni un impegno analogo anche del M5S.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Scrivici