https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

Le tesi per una forza ecosocialista

Ecco le tesi approvate dall'assemblea congressuale di Bologna il 7 aprile 2019 come Manifesto politico di Articolo Uno

LEGGI LE TESI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/05/fondamenta.svg

Trasparenza

Bilanci e documenti di legge

SCARICA I DOCUMENTI
  • immagine

    Politiche sanitarie e diritto alla salute: le idee di Articolo Uno

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    Articolo Uno incontra il Pd: urgente una prospettiva unitaria della sinistra

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    Rai: Fornaro presenta la proposta di LeU per una riforma “duale”

    LEGGI L'ARTICOLO

Rassegna stampa

D’Alema: il Recovery fund segna la svolta tanto attesa dell’Europa

Maddalena Tulanti, Firstonline.info

La cosa più importante dal punto di vista politico è stata la svolta tedesca. La Germania era il vero capo dei Paesi “frugali”, e li ha abbandonati. La Germania ha capito che la sua stessa potenza economica non avrebbe retto in un contesto internazionale di guerra commerciale fra Cina e Stati Uniti, un contesto estremamente sfavorevole per un’economia esportatrice come quella tedesca. A Berlino quindi c’è stata una scelta di strategia, ma anche un forte interesse nazionale a sostenere la ripresa europea, compresa quella dell’Italia, essendo la nostra economia fortemente intrecciata a quella tedesca, con la nostra piccola e media industria che lavora per esempio al settore dell’auto. In definitiva, se crollasse il sistema Italia ci sarebbe un danno anche per la Germania. Insomma l’Europa ha ritrovato non solo le sue ragioni ideologiche e ideali, pure importanti, ma anche quelle materiali.

LEGGI L'ARTICOLO

Bersani: Piacenza, l’Arma, il mondo di sotto. La sinistra riscopra l’inclusione

Mattia Motta, Il manifesto

Il paradigma è cambiato. Oggi abbiamo una debolezza della politica e fenomeni nuovi, difficili da incrociare per qualsiasi soggetto sociale. Il livello parossistico di disuguaglianza che si è creato in questo decennio fa sì che la gente finisca anche nel «sottomondo». Il segnale radar non ce l’ha la politica, ma non ce l’ha il sindacato, la Sinistra, non ce l’hanno le forze dell’ordine e non ce l’ha l’informazione. Riunificare questi mondi sarà un problemone del prossimo decennio per la «Sinistra», se esiste ancora. I Carabinieri dal 1814 hanno una tratto distintivo: la presenza sul territorio. Presenza multipla, distribuita, locale. È chiaro che questo porta un tema strutturale: come fai a garantire il controllo della catena di comando in un mondo così articolato?

LEGGI L'ARTICOLO

Speranza: alla sanità servono 20 miliardi, con il Mes li avremmo subito

Davide Lessi, La Stampa

Le prossime settimane rappresentano un passaggio decisivo. Dobbiamo avere le risorse da investire nel sistema sanitario. Servono subito 20 miliardi per una rivoluzione copernicana. Va bene che questi soldi arrivino in modo certo e veloce e siano immediatamente disponibili. La quarantena per chi rientra da Bulgaria e Romania? Non lo faccio a cuor leggero, ma è necessario, e non escludo nei prossimi giorni misure analoghe, per quanto dolorose, anche per altri paesi europei. Avevamo provato a evitare la proroga fino al 31 ottobre dello stato di emergenza, ma avremmo avuto comunque bisogno di singoli pezzi di poteri d’eccezione per emettere ordinanze a tutela della salute degli italiani.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Scrivici