https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

Le tesi per una forza ecosocialista

Ecco le tesi approvate dall'assemblea congressuale di Bologna il 7 aprile 2019 come Manifesto politico di Articolo Uno

LEGGI LE TESI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/05/fondamenta.svg

Trasparenza

Bilanci e documenti di legge

SCARICA I DOCUMENTI
  • immagine

    Europa, è il momento di una svolta radicale che sia all’altezza della crisi

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    DiGiTALiA. Manifesto per l’Innovazione dell’Italia 2020

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    Uno che vuole un mondo più giusto: parte il tesseramento 2020

    LEGGI L'ARTICOLO

Rassegna stampa

Gotor: siamo a un bivio, ma mai come ora la sfida è nelle nostre mani

Luca Cavallero, Politicanews.it

L’Italia ha dovuto rispondere per prima a una crisi inedita per intensità e novità della minaccia, è stata imitata dalla stragrande maggioranza dei governi. Questa crisi nel medio periodo cambierà una serie di priorità: anzitutto, quando l’emergenza sanitaria si sarà attenuata e fin quando non sarà trovato un vaccino, dovremo abituarci a convivere stabilmente con questa fragilità sanitaria per il timore che si possano verificare nuove emergenze. Bisogna già da ora pensare a come organizzare questa convivenza in modo equilibrato e tollerabile. Si svilupperà una nuova «antropologia della distanza» che dovrà essere gestita con oculatezza, anche dal punto di vista psicologico, perché paradossalmente questo tipo di epidemia tende ad amplificare alcune nevrosi comportamentali che erano già presenti da tempo nella nostra società. Questa crisi potrà essere anche l’occasione di un rilancio del progetto europeo all’insegna della solidarietà e della condivisione del rischio: siamo davanti a un bivio, incerti e sfiduciati come spesso capita, ma mai come ora la sfida è nelle nostre mani.

LEGGI L'ARTICOLO

Speranza: non è finita, dall’app agli ospedali ecco il mio piano anti virus

Claudio Tito, la Repubblica

Dobbiamo dire la verità. Ci aspettano mesi ancora difficili. Il nostro compito è creare le condizioni per convivere con questo virus. Ritorno alla normalità? Prima possibile ma non si può dare una data: si andrà per gradi. Stiamo preparando un Piano sanitario in cinque punti. 1. Protezione e distanziamento sociale finché non ci saranno terapie e vaccino. 2. Rafforzare le reti sanitarie territoriali, velocità nell’individuare i positivi e isolare i loro contatti. 3. Ospedali Covid sui territori per limitare i contagi. 4. Uso dei tamponi secondo le priorità Oms e impiego dei test sierologici su un campione. della popolazione. 5. Tracciamento dei contatti e telemedicina per seguire i pazienti a casa attraverso un’apposita app.

LEGGI L'ARTICOLO

Fornaro: il Coronavirus ha cambiato il mondo, non sarà più lo stesso

Luca Cavallero, Politicanews.it

Il governo si è trovato ad affrontare un’emergenza straordinaria e mai vissuta e si è mosso correttamente – come dichiarato dalla stessa OMS – sulla linea di contenimento e mitigazione del contagio del Covid 19. Per quanto riguarda le ricadute economiche della emergenza sanitaria, il primo decreto di marzo ha dato una serie importanti di risposte per lavoratori e imprese, a cui seguirà un secondo decreto ad aprile per completare un’azione difficile e complessa nel tentativo – da noi fortemente condiviso – di “non lasciare indietro nessuno” in questa crisi. In queste settimane così difficili è difficile se non impossibile fare previsioni, anche perché il mondo non sarà più lo stesso perché molti nodi economici, sociali e ambientali sono stati portati in superficie dal coronavirus e nessuno può pensare di riprendere come se niente fosse successo. L’Europa è a un bivio storico: bisogna cambiare passo.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Scrivici