https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

I documenti di Articolo Uno

Le proposte politiche e programmatiche di Articolo Uno

LEGGI I DOCUMENTI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/05/fondamenta.svg

Trasparenza

Bilanci e documenti di legge

SCARICA I DOCUMENTI

La vita di Articolo Uno

  • immagine

    Quello che ci unisce: il 14 e 15 maggio l’assemblea di Articolo Uno

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    Sostenibili, leggere, connettive: infrastrutture e trasporti dopo la pandemia

    LEGGI L'ARTICOLO

Rassegna stampa

Geloni: attenta sinistra, un peccato fare squadra senza Conte

                           
Francesco De Palo, Formiche.net

Non nascondo difficoltà nel momento in cui si passa dalla teoria alla pratica. In questa fase pre-amministrative il rischio di farsi male c’è. Occorre un rilancio: dall’assemblea di Articolo Uno verranno indicazioni programmatiche precise per la riforma fiscale, per lo sviluppo sostenibile, per il nuovo welfare. Certo, le amministrative ci accompagneranno per un po’, ma la fase della definizione programmatica che guarda al 2023 dovrà comunque prevalere sui personalismi.

LEGGI L'ARTICOLO

D’Alema: alla Feps pagato meno del mio valore, è una vendetta politica

                           
Concetto Vecchio, la Repubblica

Qui non stiamo discutendo di norme di comportamento, potrei anche accettare qualche critica da questo punto di vista, ma si è avviata una procedura legale accusandomi di avere compiuto un atto illegittimo. Deciderà un giudice. Sono sicuro di vincere questa causa. Ritengo sia stata raccontata una storia non vera e che lo svolgimento della vicenda chiarirà a tutti come stanno le cose. Ho onorato i miei impegni e so di essermi guadagnato lo stipendio.

LEGGI L'ARTICOLO

Visco: il Pd si svegli, facciamo come Biden. Serve un fisco più progressivo

                           
Luciano Cerasa, Il Fatto quotidiano

Da noi Biden passerebbe per un radicale, ma alzare le tasse ai ricchi e rendere la fiscalità più progressiva serve. Sono molti anni che il dibattito a sinistra negli Stati Uniti è molto più avanzato che in Italia e in Europa; negli Stati Uniti, infatti, non vi sono a sinistra complessi legati a passate militanze socialiste o comuniste. Biden non fa che interpretare lo spirito del tempo, ma in Europa già si dice che la sua radicalità gli farà perdere voti. Staremo a vedere.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Media & Press

Facebook

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

15th Maggio 2021, 18:24

Articolo Uno

Roberto Speranza conclude Quello che ci unisce. Il video. ... See MoreSee Less

Comment on Facebook

TOGLI QUESTO CA@@O DI COPRIFUOCO! DOPO I DISASTRI CHE HAI COMBINATO E I TANTI MORTI CHE HAI SULLA COSCIENZA, CHI SEI TU PER OBBLIGARE GLI ITALIANI A RIENTRARE AD UNA CERTA ORA E A PRIVARCI DELLE NOSTRE LIBERTA'? LO STATO DI EMERGENZA NON ESISTE! NON SAI UN CAVOLO DI SALUTE E MEDICINA E TANTO MENO CONOSCI LA COSTITUZIONE. DIMETTITI INCAPACE, DEMENTE, CRIMINALE! Sul piano pandemico italiano e sulla sua mancata applicazione si sono scritti lunghi capitoli, ma la storia a quanto pare non finisce qui. Già perché si aggrava la posizione di chi, in qualche modo, non avrebbe contribuito alla sua corretta applicazione nei tempi giusti: la figlia di fico con cui si voleva coprire il report OMS riguardo l’inadeguatezza della preparazione italiana, è caduta, ma le cose da celare agli occhi dei più non sembrano essere finite. E’ in questo contesto che si posiziona la recente querelle giudiziaria sui documenti aventi oggetto le carte prodotte dalla task force ministeriale istituita proprio a inizio emergenza: documenti che a quanto pare il Ministero della Salute guidato da Roberto Speranza avrebbe preferito tenere secretati. “In pochissimi italiani sanno che il 22 gennaio 2020 viene inaugurata una Task Force per affrontare – dice un comunicato del Ministero della Salute – tutte le esigenze connesse al contrasto al Covid. Pochi sanno che quella Task Force condusse all’adozione di alcune decisioni su cui poggia la dichiarazione dello stato di emergenza, come riconosciuto dallo stesso Ministero. Il Tar ha chiesto di vedere i verbali – ancora in attesa di vedere cosa c’è scritto – ma nella loro “trasparenza” hanno avuto l’ardire di dire che in realtà quelli non erano documenti importanti, ma un semplice tavolo informale di supporto al Ministro, come no… Ora, dopo che per due volte dei giudici hanno detto a Speranza che sta illegittimamente negando dei documenti, un Ministro decoroso si sarebbe dovuto dimettere. In realtà lì dentro c’è la verità sui primi provvedimenti assunti dal Governo che hanno rappresentato un bivio rispetto alle sorti della nostra nazione. Ci sono due verbalizzazioni per molto importanti: una del 27 gennaio in cui il direttore generale dell’OMS Ranieri Guerra invitato a quella Task Force dice che l’Italia tra i paesi occidentali è la più preparata… oggi siamo la nazione tra quelle con il maggior numero di morti rispetto alla popolazione. Dopo due giorni Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dello Spallanzani, chiamato da Speranza, suggerisce di attivare il piano pandemico ma il Ministro lo ignora e il 30 gennaio va alle camere dicendo che Ranieri Guerra ha detto che siamo tra i più preparati. Chi è questo Ranieri Guerra? Lo stesso signore che si vantava nelle chat segrete con Brusaferro di aver fatto ritirare il report di Francesco Zambon che diceva che l’Italia si era fatta trovare impreparata perché non aveva fatto attivare il piano pandemico. Questa gente che sta dicendo ogni cosa della nostra vita, quando si è trattato di scegliere tra salvare vite o salvare il loro fondoschiena ha scelto di salvare quest’ultimo… MA COME FAI A DORMIRE LA NOTTE, SCHIFOSO!

🤑

Sono passate due settimane e i 30.000 tifosi dell’Inter sono ancora tutti vivi e vegeti . Vi ricordate il terrorismo che hanno fatto ? Dovrebbero dimettersi tutti

Erik Van Der Burg di Amsterdam è andato oggi, a Napoli, per incontrare l'avv. Eric Grimaldi e collegare il nostro gruppo a quello dei medici olandesi, al fine di estendere ai Paesi Bassi le terapie domiciliari precoci. Questa grandissima persona sta segnando pezzetti di storia con una determinazione che solo il futuro le riconoscerà ❤️ grazie Una rete in tutta europa per salvare tante vite umane dalla malattia e dall'inerzia dei governi poco attenti a normali cure a favore di vaccini ancora in sperimentazione e noi tante povere cavie. Allarghiamo in tutta europa le terapie domicliari per il bene dei popoli europei. Voi ci rendete tanto orgogliosi dell'Italia! NON QUEL CRIMINALE DI SPERANZA E CO.

IL VIRUS MORTALE SEI TU CON LA VIGILE ATTESA E TACHIPIRINA! CRIMINALE! PRIMA O POI I NODI VERRANNO AL PETTINE E CI SARA' GIUSTIZIA!

EBETE, MANTIENI IL DISTANZIAMENTO E METTITI LA MASCHERINA! TU NON SEI NESSUNO PER DETTARE LEGGE AGLI ITALIANI!

DIMISSIONI

GRANDE ZAMBON! PERSONA ONESTA E PREPARATA!

ZAMBON A NON E' L'ARENA SMASCHERA QUEL MALEDETTO DI SPERANZA! SPERANZA DEVE APRIRE TUTTO E TOGLIERE SUBITO IL COPRIFUOCO! LA PANDEMIA E I MORTI LI HAI CREATI LUI E SOLO LUI! INCAPACE MALEDETTO! ASSASSINO! BASTA DECIDERE PER GLI ITALIANI! E' UN MALEDETTO SCHIFOSO!

SPERANZA DEVI PAGARE, SEI UN CRIMINALE DA ERGASTOLO! TI DOVREBBERO METTERE IN GALERA! INCAPACE, IGNORANTE!

DIMISSIONI

APRI TUTTO E TOGLI IL COPRIFUOCO! LA PANDEMIA E I MORTI LI HAI CREATI TU E SOLO TU|! INCAPACE MALEDETTO!

DIMISSIONI

Sei la disgrazia d' italia.

UN GRANDE MEDICO!

FRASE RIPORTATA NEL SUO LIBRO! AVEVA PROBLEMI ANCHE DA PICCOLO!

GLI ITALIANI VOGLIONO LE TUE DIMISSIONI, SUBITO! Ormai Speranza e l'AIFA sono stati sputtanati... se avessero ammesso che esisteva una cura per il covid non avrebbero potuto consentire la sperimentazione di massa! Ecco spiegato il ricorso al Tar del Lazio! Che schifo giocano con la salute delle persone. Speranza fa finta di non sapere che tutto il popolo italiano sa che il covid si può curare a casa.e non in ospedale come dice lui. E noi vogliamo curarci a casa, articolo 32 della costituzione italiana. Ognuno è libero di scegliere dove curarsi e chi deve curare.

TU NON SEI UN MEDICO E NON PUOI ASSOLUTAMENTE DECIDERE SULLA SALUTE DEGLI ITALIANI! IL DOTT. ZANGRILLO PUO'!

PROF, VAIA MINISTRO DELLA SALUTE!

GRANDE PROF. VAIA! LA BOCCA DELLA VERITA'

NON SEI UN MEDICO! LUI SI!

NON SEI UN MEDICO, SEI UN "LAUREATO IN SCIENZE POLITICHE", MA CHE NE SAI TU! LUI LO SA!

View more comments

Carica altri post

Youtube

Quello che ci unisce. Giorno 2. Sabato 15 maggio 2021 ore 10.00

SCRIVICI

Raccontaci la vita di articolo 1
nel tuo territorio