-->

La vita di Articolo Uno

  • immagine

    Sì alla lista dei democratici e progressisti. Il dispositivo della Direzione

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    Un mondo nuovo, una sinistra grande. Lo speciale Congresso

    LEGGI L'ARTICOLO

CHI SIAMO

https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

I documenti di Articolo Uno

Le proposte politiche e programmatiche di Articolo Uno

LEGGI I DOCUMENTI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/05/fondamenta.svg

Trasparenza

Bilanci e documenti di legge

SCARICA I DOCUMENTI



Rassegna stampa

D’Attorre: senza Calenda i Democratici devono solo chiedere “un voto per”

                           
Alfredo D’Attorre, Huffington Post

Un’identità nitida è la sola via per non farsi definire dagli apparentamenti fatti o mancati. Da questo punto di vista, l’abbandono di Calenda può rivelarsi perfino un’opportunità. A condizione che si cominci da subito a fare quel che lui ha imputato al Pd di non voler fare, ma che in realtà la sua presenza incontinente avrebbe più complicato: una campagna non “contro” ma “per”, basata su una chiara idea di Italia, di Europa, di società, senza messaggi contraddittori e senza che sia in discussione chi ha in mano il timone dell’alternativa alla destra.

LEGGI L'ARTICOLO

Scotto: per mero narcisismo Calenda spiana la strada a Meloni

                           
Simona Maggiorelli, Left

Calenda ha trafugato un’agenda Draghi (che non esiste) e l’ha sostituta con il manuale del perfetto narcisista. Ma così si regala a Giorgia Meloni un’autostrada. I 5 Stelle? Andare separati oggi non deve chiudere un dialogo per il giorno dopo. Dopo il 25, c’è il 26 settembre e bisognerà tornare a dialogare e confrontarsi sul merito. Da parte nostra non ci sarà nessun attacco al M5S perché l’avversario si chiama destra. Mi auguro ci sia reciprocità. In ogni caso, non delego a nessuno la rappresentanza degli interessi e dei bisogni dei lavoratori, dei precari dei poveri. La sinistra siamo noi.

LEGGI L'ARTICOLO

Visco: che sciocchezza escludere i 5Stelle, ci aspetta un autunno terribile

                           
Tommaso Rodano, Il Fatto quotidiano

Contro la destra serviva un patto con tutti dentro. Non un’alleanza politica, ma un accordo tecnico, “difensivo”, per sterilizzare l’effetto maggioritario della legge elettorale. Non serviva un programma comune: ognuno avrebbe potuto fare la campagna elettorale che voleva, lasciando però convergere i voti sugli stessi candidati nei collegi. Si è voluto dare il messaggio, invece, che esiste una linea Draghi, di cui sono depositari il Pd e Calenda. Ma gli elettori popolari non sanno neanche cosa sia l’agenda Draghi.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Media & Press

Facebook

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

9th Agosto 2022, 20:22

Articolo Uno

Giustizia tributaria: Conte, intervento significativo per efficienza sistema

“Un intervento molto significativo, sulla parte ordinamentale e su quella processuale, che consentirà al processo tributario di recuperare meccanismi di efficacia ed efficienza”.

Lo dice Federico Conte, deputato di Liberi e uguali, intervenuto in dichiarazione di voto nell’Aula di Montecitorio sul Ddl di riforma della Giustizia tributaria, poi approvato in via definitiva.

“Giudici professionali – continua Conte -, strumenti processuali deflattivi, maggiore uniformità giurisprudenziale. A partire da un principio di civiltà giuridica fondamentale: l’onere della prova della Pretesa impositiva è a carico dell’amministrazione tributaria. Toccherà al governo nella fase dei decreti delegati il compito, nell’immediato dell’entrata in vigore, di introdurre meccanismi incentivanti per il contenzioso al di sotto di quella “soglia critica“ che oggi rappresenta il principale motivo di rallentamento del lavoro del giudice di legittimità. Avendo riguardo, altresì, di ascoltare le opportune segnalazioni che vengono dai giudici onorari, togati e non. Complessivamente, questa riforma ha il merito di spingere molto in avanti sul terreno dell’efficienza il sistema tributario, che in questa fase è uno strumento indispensabile per la realizzazione degli obiettivi del Pnrr”.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Da "addetto ai lavori" comunista che legge quotidianamente per lavoro accertamenti dell'agenzia dico che l'inversione dell'onere della prova è un "regalo agli evasori" e fa specie che un rappresentante di un partito di sinistra, che dovrebbe stare dalla parte degli operai (che non possono evadere), rappresenti la cosa come un aspetto positivo. State dalla parte degli evasori state dalla parte degli imprenditori

Da addetto ai lavori: È UNA BOIATA PAZZESCA! L'inversione dell'onere della prova ridurrà la lotta all'evasione al recupero degli scontrini. A certi livelli si può solo ricostruire col metodo induttivo, non analiticamente. Il grado di sostenibilità in contenzioso è già un elemento di valutazione. Farne discendere una responsabilità patrimoniale diretta vuol dire stimolare il contenzioso (anche temerario) e obbligare l'amministrazione fiscale alla resa preventiva, incondizionata. Da bersaniano convinto: avete perso un voto.

Perdete tempo. Aspettano tutti la pace fiscale

Siete complici del PD nella distruzione e della sinistra in Italia!!!

Ridicoli!!!

Sciat a zappà Peracottar

Ciò ha permesso negli anni, la sinistra in Italia. Aiutando i ricchi.

Siete stati fino ad oggi nel governo del banchiere di Goldman Sachs e non avete prodotto nulla di buono per il popolo italiano! Anzi con il vostro ministro della Sanità avete dato il colpo di grazia alla Sanità pubblica ! Avete ridotto i fondi alla sanità , avete chiuso ospedali , avete ridotto il personale sanitario medico e infermieri e in compenso avete dirottati i soldi per le armi le basi nato e la guerra in Ucraina! Lasciate perdere! Mi auguro che nessuno vi voti più! Non siete credibili, anzi …

Articolo Uno SPERANZA MALEDETTO SCIMPANZE' FAI TORNARE A LAVORARE I MEDICI CHE HAI SOSPESO. MALEDETTO, TU TI CURI IN STRUTTURE PRIVATE CON I NOSTRI SOLDI, MA,,,, UN GIORNO, SPERIAMO, DOVRAI FARTI CURARE NELLE STRUTTURE PUBBLICHE E MAGARI ANCHE MORIRE. MAI DIRE MAI.... LA RUOTA PRIMA O POI GIRA!!!! Manca personale, rischio attese di giorni nei pronto soccorso: l'allarme dei medici di Roma Antonio Magi, presidente dei camici bianchi capitolini: "Gli operatori di pronto soccorso del Lazio stanno assolvendo al proprio lavoro in una condizione veramente non più sostenibile", nei pronto soccorso la situazione è "drammatica". Manca il personale e nei pronto soccorso degli ospedali di Roma, le attese rischiando di durare giorni. A dirlo l'ordine provinciale di Roma dei medici-chirurghi e degli odontoiatri (Omceo) che si associa al grido di allarme lanciato da Simeu Lazio, specialmente nell'ultima lettera del 5 agosto scorso dove viene denunciato l'intollerabile disagio e affanno in cui operano le strutture e il personale di medicina dell'emergenza-urgenza su tutto il territorio regionale. "Oramai la mancanza di personale della sanità, i cui negativi effetti organizzativi e la sospensione dal lavoro di medici e sanitari non vaccinati, si riversano particolarmente sulle strutture della medicina di emergenza e urgenza, stanno mettendo in pericolo la salute dei pazienti, tanto più in questo momento di crisi. Tale condizione - si legge nella nota di Omceo Roma- se non risolta in tempi brevissimi porterà a un inevitabile collasso delle strutture dell'emergenza-urgenza". Pazienti che devono essere "ricoverati e che restano anche giorni in pronto soccorso, con alto rischio clinico, prima di ottenere il posto letto di cui avrebbero diritto fin da subito, la gestione degli stessi affidato sempre allo stesso personale del pronto soccorso, il blocco, ormai cronico delle ambulanze: tutto ciò non può che portare a gravi ripercussioni sulla celerità e la tempestività degli interventi sia in pronto soccorso che da parte degli operatori del 118 sul territorio". Antonio Magi, presidente dei camici bianchi capitolini, sottolinea: "Nonostante questa situazione drammatica, come ordine dobbiamo doverosamente mettere in evidenza l'abnegazione degli operatori di pronto soccorso del Lazio che stanno assolvendo al proprio lavoro in una condizione veramente non più sostenibile e che non può più perdurare per la loro sicurezza e per quella dei pazienti. Chiediamo ancora una volta- dichiara Magi- l'intervento delle istituzioni competenti e che trovino il coraggio una volta per tutte di risolvere strutturalmente la carenza di personale dell'emergenza-urgenza e non solo, potenziando il territorio, aumentando i posti letto disponibili, abbandonando per sempre una politica di precarietà con contratti anomali ed esternalizzazioni che non risolvono il problema ma ne amplificano inevitabilmente gli effetti negativi". Come Ordine dei Medici di Roma, conclude il suo presidente, "ci scusiamo noi al posto di altri che dovrebbero metterci la faccia ma che invece, pur essendo in posizioni apicali, continuano a rimanere dietro le quinte e colpevolmente assenti o distratti, sia nei territori che nelle strutture ospedaliere". SPERANZA CHE TU NON POSSA AVERE PACE IN VITA E NELLA MORTE, PER TUTTO IL MALR CHE HAI FATTO E STAI FACENDO ANCORA!

Articolo Uno Nelle ultime 24 ore sono stati 31.703 i nuovi casi con 145 morti. Il tasso di positività è al 15,7%. Questi i dati diffusi dal Ministero della Salute. Intanto scendono in modo deciso i ricoveri Covid nell'ultima settimana. In area medica la rilevazione negli ospedali aderenti alla rete sentinella della Fiaso fa segnare un -20%, dato simile per le terapie intensive che registrano il -22% rispetto alla settimana precedente e un indice di occupazione stabile al 4,4%. Netto calo anche dei pazienti 'con Covid', il cui ricovero è stato determinato da altre patologie ma che sono risultati positivi al tampone. ALLORA I MORTI NON SONO COVID!!!! ALTRO CHE COMMISSIONE D'INCHIESTA, QUESTI TERRORISTI DEL MINISTERO CON A CAPO IL CRIMINALE SPERANZA, GIMBE E CO, SAREBBERO DA ARRESTARE E NON FARLI USCIRE PIU' DALLA GALERA!

Articolo Uno SPERANZA AVRA' QUELLO CHE SI MERITA. ASSASSINO! "STOP AL VACCINO PER I MINORI": la clamorosa decisione che mette in imbarazzo Draghi e Speranza. Nell’Italia della dittatura sanitaria, dove parole come Green pass e obbligo vaccinale sono diventate tristemente d’uso comune, ci siamo ormai rassegnati alla presenza di un bavaglio mediatico pronto a soffocare chiunque si azzardi a esprimere critiche o dubbi sulla sicurezza dei farmaci anti-Covid. Eppure basterebbe guardare poco lontano per accorgersi che, anche nel resto d’Europa, la situazione è ben diversa. Vedere per credere il caso della Danimarca, Paese che ha optato per un clamoroso passo indietro nella campagna di somministrazione. Dopo un acceso dibattito che ha tenuto impegnata l’opinione pubblica per settimane, il Paese scandinavo ha infatti deciso di sospendere in maniera definitiva la vaccinazione per i minori di 18 anni. Come si legge nel testo riportato anche in queste ore da La Verità, “bambini e giovani solo molto raramente si ammalano gravemente di covid-19 con la variante omicron. Pertanto, dal 1° luglio 2022 non sarà più possibile per bambini e ragazzi di età inferiore ai 18 anni ottenere la prima dose, e dal 1° settembre 2022 non sarà più possibile ottenere la dose di richiamo”. Una decisione forte, fortissima, che sottintende due concetti molto chiari. Da un lato, il fatto che per la popolazione più giovane i rischi per la salute, in caso di contatto con il Covid, siano in realtà minimi, una smentita ufficiale dei tanti allarmi lanciati nei mesi dai virologi italiani. Dall’altro, l’ammissione del rischio di gravi effetti avversi, che nei ragazzi superano addirittura i potenziali benefici della vaccinazione. Una importante notizia per chi da sempre ha evidenziato che nei giovani la vaccinazione anti-Covid poteva portare più rischi che benefici. Già a giugno in Danimarca si era parlato della possibilità di vaccinare i minori soltanto in caso di consiglio medico, dopo un controllo, con il direttore generale sanitario Søren Brostrøm ad ammettere pubblicamente come la somministrazione agli under fosse stata un errore dettato dalla fretta.

Ti è chiaro o no, INCOMPETENTE PAGLIACCIO? youtu.be/XyDf7oTP_vw

Giustizia, "prima" parola utile letta in questa pagina del "personaggio" "politico", "Danneggiato dal vaccino, serve una commissione d'inchiesta". La denuncia del super-esperto di vaccini ...... prima o poi dovrà succedere 🙏

Ma le camere non sono state sciolte?

View more comments

9th Agosto 2022, 11:01

Articolo Uno

Elezioni: Fornaro, la flat tax è un regalo ai ricchi

La flat tax, ovvero un’aliquota uguale per tutti, sarebbe il più grande regalo ai ricchi della storia con un costo di oltre 50 miliardi di euro per le casse dello Stato.
Altro che semplificazione, sarebbe una rapina ai danni dei più poveri perché lo Stato non avrebbe più denaro per pagare la sanità pubblica e le pensioni.
Un’autentica truffa per chi guadagna meno condita con slogan stanchi e ripetitivi.
Ci vuole invece una riforma del fisco che metta al primo posto l’erosione della montagna di oltre 130 miliardi di evasione fiscale all’anno e che rispetti la progressività dell’imposta scritta in Costituzione, perché è giusto che chi ha di più dia di più.

Lo afferma il deputato di Articolo 1 e capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Semplice...Semplice

È così evidente che non ci sono più dubbi che ormai sono milioni di abitanti elettori affetti dalla sindrome Analfabetismo funzionale, e i numeri parlano chiaro. Se almeno si trovi qualche politico che riesca, cifre alla mano, con esempi calzanti del perché "flat tax" e simili sono una truffa oltre che incostituzionali.

Art.1 potrebbe prendere come partito l'iniziativa della mediazione fra PD e M5s e dare l'incarico di portarla avanti concretamente a BERSANI.

Leggi fiscali più severe con gli evasori, con carcere per i responsabili amministrativi e confisca dei beni in caso di insolvenza dei pagamenti. Controlli da origine prodotti fino al consumatore e nei pagamenti. Pene per i complici di reati fiscali.

Basta vincere le elezioni e poi fare davvero una riforma fiscale più progressiva dell'attuale -peggiorata dal pessimo intervento di Draghi approvato da tutti i partiti del suo governo- e adottare quelle 2 o 3 misure necessarie a contrastare l'evasione fiscale, compreso un inasprimento delle "sanzioni" in caso di comportamento colpevole!

Carcere per gli evasori. Rubano risorse indispensabili al popolo italiano, cioè a chi le tasse le paga fino all 'ultimo centesimo.

Poveri noi, se lasciate tutto in mano a Letta la frittata è già fatta e in Parlamento il CD farà il bello ed il cattivo tempo e ci porterà al disastro totale.

Sveglia gente vedo nero speriamo bene anche se ci credo poco staranno bene i ricchi e mi raccomando rottamazione della cartella esattoriale !!!

Chi non vota questa destra è perfettamente a conoscenza dei motivi per I quali non lo fa. Il guaio è che a sinistra non si trovano i motivi per cui votarli. Lo spettacolo indegno di questi ultimi anni (più o meno da Renzi in poi ma anche prima) con il culmine di queste ultime vicende preelettorali, ne è la conferma. Dispiace l'appiattimento al PD di Articolo 1 e Leu. No alla destra...ma poi?

Ma anziché rincorrere e criticare le proposte della destra, Articolo uno non è capace di avanzare le proprie di idee e proposte? Battere un colpo ogji tanto autonomamente mai?

Gabriele Ottaviani

Si è dopo col kazzo avremo i soldi per la Sanità scuola sono solo irresponsabili nulla facenti che schifo .

Piero Parodi ma come stai messo? Ma perché quando eravate a scuola non ascoltavate la maestra invece di distrarvi? Metti anche le foto dei ghiacciai... Della Groenlandia... dell'Antartide del 1909. Io quando vedo i post come il suo mi dico che non c'è limite all'arroganza dell'ignoranza!

#elezionipolitiche2022 LA DX NON CONTENTA RILANCIA ANCORA LA SUA FLAT TAX: ADESSO AL 23%. UN PROPOSTA NON SOLO INCOSTITUZIONALE, MA TECNICAMENTE IMPOSSIBILE DA ATTUARE, UNA FOLLIA CHE METTEREBBE IN GINOCCHIO UN INTERO PAESE! ❌ "Per i redditi fino a 27 mila euro si andrebbe a pagare di più rispetto al sistema attuale (che prevede 4 aliquote dal 23 al 43%). ❌ Un cittadino con un reddito di 11 mila euro lordi l’anno dovrebbe pagarne 1.819 di tasse in più, il 200%. ❌Chi percepisce 17.600 euro il 72%, chi incassa 23 mila euro il 29%. I guadagni cominciano intorno ai 30 mila con un -22% e diventano clamorosi man mano che il reddito aumenta: per chi ha più di 50 mila euro le tasse diminuiscono del 43%. PIÙ RICCHI SI È, PIÙ È UN AFFARE" LA FLAT TAX È UNA BOIATA PAZZESCA‼️ #iovotom5s2050 ⭐⭐⭐⭐⭐

I padroni di Fornaro A cui la sinistra ha consentito di pagare meno e pure all estero. La Voragine Finanziaria chi la paga, Dipendenti e pensionati vero? Continuate a farvi prendere per il culo Da Fornaro.

Ma davvero credete, alle Kazzate che Fornaro ed il suo Regime, vi raccontano da tempo..? Un chiacchierone, Prendinculo, che.. "Non ha mai fatto un disegno di legge" E stava "Al Governo".

Nessuno vi deve votare siete un partito di ridicoli ci avete chiuso 2 anni e adesso fuori dal Parlamento

articoo uno potrebbe organizzare un appello contro le destre perchè M5S e pd si presentino insieme. Credo che otterrebbe molte adesioni e renderebbe queste elezioni meno scontate. Io farei partire partire questo appello da Bersani da Fico e da Zingaretti.

Ti è chiaro o no, INCOMPETENTE PAGLIACCIO? youtu.be/XyDf7oTP_vw

Se questa iniziativa, idea, impresa, piano, progetto, proposta, prende piede, vi conviene trovare casa in un altro Continente, segreto. 🙏

una idea idiota, ma tant'è....

Come siete ATTENTI agli interessi dei cittadini ogni volta prima delle votazioni...perso giuseppi, non vi rimane che quel disonore di Giggino

Dov'è il vostro programma, voi che volete decurtare le pensioni e vedere morire l'operaio di anzianità sul posto di lavoro ,vero?Ci pensiamo noi ex piccoli delegati cgil a suggerire il voto ...Le indicazioni sono due o Salvini o Rizzo

View more comments

Carica altri post

Youtube

Un mondo nuovo, una sinistra grande. Maurizio Landini e Roberto Speranza

SCRIVICI

Raccontaci la vita di articolo 1
nel tuo territorio