https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

Manifesto dei valori

"L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione". (Articolo 1 della Costituzione italiana). Il resto lo abbiamo scritto qui.

LEGGI IL MANIFESTO
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
  • immagine

    Conferenza politico organizzativa: tutto sulle assemblee territoriali e nazionale

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    L’Italia dopo il 4 marzo. Documento per la conferenza politico organizzativa

    LEGGI L'ARTICOLO
  • immagine

    Documenti: Fornaro ricorda in Aula Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta

    LEGGI L'ARTICOLO

Rassegna stampa

Speranza: Salvini semina odio e violenza, ma i 5 Stelle non sono come lui

Guido Ruotolo, Tiscali News

È inaccettabile che un ministro di un governo della Repubblica si spinga in una corsa al consenso rovesciando ogni giorno il sistema dei valori guida che hanno fondato la nostra repubblica. Per fortuna abbiamo Mattarella. Tra le diverse anime dei Cinque Stelle ci sono anche pezzi di elettorato democratico che votava a sinistra. Noi dobbiamo sfruttare le contraddizioni tra i Cinque Stelle e la Lega e farle esplodere. A sinistra tutti abbiamo fallito: il tema che abbiamo di fronte è come rimettere la sinistra in sintonia con il Paese. È stato un errore gravissimo del Pd non ricercare un dialogo con i Cinque Stelle spingendoli nell’abbraccio mortale con la Lega. Credo che dobbiamo riprendere a fare politica con passione e intelligenza, cercando il dialogo sulle questioni sociali.

LEGGI L'ARTICOLO

D’Alema: con i 5 Stelle si deve fare politica, Renzi dimezzato ma è sempre lui

Alessandro De Angelis, Huffington Post

Finché non c’è un altro leader che vince il congresso e dice “abbiamo sbagliato” in questi anni, non solo un’altra persona ma un’altra politica, c’è lui: dimezzato, ma lui. Trovo sconcertante che a tre mesi dallo tsunami elettorale ancora non si sia aperta una discussione seria sulle ragioni della sconfitta e sulle strade per ricostruire la sinistra. Oggi il Pd è prigioniero di equilibri del suo establishment e anche Liberi e uguali vive in una dimensione analoga e fatica a prendere corpo un processo costituente. In questi casi si porta la discussione in mezzo alla gente, non la si introietta in modo paralizzate. E la discussione dovrebbe essere su come ricostruire il campo della sinistra.

LEGGI L'ARTICOLO

Bersani: serve un progetto nuovo. E generosità, nei passi indietro e nei passi avanti

Pier Luigi Bersani, la Repubblica

(Versione integrale del documento pubblicato sul quotidiano). Chi ha avuto l’occasione di ascoltarmi da oltre tre anni in qua capirà come mi senta oggi più arrabbiato che stupito per la piega che hanno preso le cose. Vorrei adesso offrire qualche altra parola al vento su come riprendere la strada di un’alternativa al governo e all’egemonia della nuova destra. È tempo di riconoscere che si è lasciata agli altri la sostanza della nuova questione sociale, consentendo che si saldasse nel profondo col delicatissimo tema dell’immigrazione. Si deve adesso parlare di alternativa non solo a un governo ma a una nascente egemonia. Se prendiamo il percorso giusto, dobbiamo metterci una grande dose di generosità.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Scrivici