https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Megafono.svg

Le tesi per una forza ecosocialista

Ecco le tesi approvate dall'assemblea congressuale di Bologna il 7 aprile 2019 come Manifesto politico di Articolo Uno

LEGGI LE TESI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/04/Direzione-futuro-1.svg

Materiali grafici

Simbolo, bandiere, roll-up, volantini, campagne di comunicazione

SCARICA I MATERIALI
https://articolo1mdp.it/assets/uploads/2017/05/fondamenta.svg

Trasparenza

Bilanci e documenti di legge

SCARICA I DOCUMENTI

Rassegna stampa

Guerra: diritto alla privacy non vuol dire diritto di evadere

Mario Sensini, Il Corriere della Sera

Per aggradire l’evasione non ci affidiamo a uno strumento miracoloso, ma a una strategia articolata. Uno degli obiettivi è usare meglio l’enorme quantità di dati che vengono raccolti. Il diritto alla privacy non vuol dire avere diritto a evadere o a nascondere la propria ricchezza a chi ha il dovere di verificare. Abbiamo cercato di scrivere una normativa coerente con la direttiva dell’Unione europea. Chiudiamo la stagione dei condoni. Niente disincentivi sull’uso del contante, ma meccanismi premiali per chi utilizza pagamenti tracciabili. Puntiamo a ridurre la commissione sui pagamenti con carte di credito, ma anche a introdurre sanzioni per chi non si dota di un pos per i pagamenti digitali.

LEGGI L'ARTICOLO

Fornaro: ecco perché senza il proporzionale il governo non c’è

Valerio Valentini, Il Foglio

Garantiamo lealtà ma pretendiamo altrettanta lealtà. Abbiamo votato il taglio dei parlamentari, ora chiediamo ai nostri alleati di rispettare quanto stabilito nel documento dei capigruppo della maggioranza. Solo la formula proporzionale può aiutare a correggere le storture, sento invece già discussioni su modelli presi in prestito dall’estero, che mi convincono poco. Il sistema spagnolo? Se è la stabilità che si cerca, non mi pare saggio prendere a riferimento un paese dove nel giro di due anni si è già votato tre volte. Prima di ragionare sul tetto, accordiamoci sulle fondamenta della casa. Eviterei di ipotizzare sistemi elettorali di corto respiro disegnati per impedire l’espansione di un certo partito, anche perché poi queste strutture non reggono.

LEGGI L'ARTICOLO

Gotor: la scuola è un luogo di resistenza civile, ha bisogno di stabilità

Libero Tassella, tecnicadellascuola.it

Il finanziamento pubblico della scuola non è una spesa ma un investimento sul futuro dell’Italia. La “Buona scuola” errore che il Pd ha pagato caro: già allora se ne aveva la consapevolezza ma il gruppo dirigente renziano volle proseguire per testardaggine e per ribadire una logica di disarticolazione del rapporto con i sindacati. C’è stato un incredibile deficit di ascolto. Ecco come le cose ora possono cambiare: più risorse e meno “riformite”. Gli insegnanti svolgono un ruolo fondamentale e spesso non riconosciuto.

LEGGI L'ARTICOLO
CARICA ALTRI ARTICOLI

Scrivici