Populismo, la catch-all word che vuol dire crisi della democrazia

| Cultura berlusconismo, Brexit, grillismo, populismo 2.0, renzismo, revelli e Trump

Si fa presto a dire populismo. Ma siamo certi di sapere di che cosa si tratta? Cerca di dare una risposta l’ultimo libro di Marco Revelli, Populismo 2.0

Marco Macciantelli

Allievo di Luciano Anceschi, dottore di ricerca in Filosofia, già coordinatore della rivista “il verri”, agli studi e alla pubblicazione di alcuni libri ha unito l'impegno politico di amministratore pubblico.

LEGGI L'ARTICOLO

The Place, microfisica dei sentimenti nel cinema di Paolo Genovese

| Cultura festa del cinema, paolo genovese, perfetti sconosciuti e the place

Nel film The Place scorre davanti ai nostri occhi un’Italia fondata su ambizioni sbagliate disposta a tutto per i più futili motivi

Marco Macciantelli

Allievo di Luciano Anceschi, dottore di ricerca in Filosofia, già coordinatore della rivista “il verri”, agli studi e alla pubblicazione di alcuni libri ha unito l'impegno politico di amministratore pubblico.

LEGGI L'ARTICOLO

La misoginia non si cura con il biasimo sociale. Su una sentenza di “de-radicalizzazione”

| Cultura bari, infibulazione, islam, misoginia e terrorismo

Il presupposto che poderose iniezioni di ‘bene ed educazione al rispetto della diversità’ possano temperare o eliminare dal corpo il ‘male’ della misoginia, purtroppo, è sbagliato

Maurizio Montanari

Psicoanalista. Responsabile del centro di psicoanalisi applicata LiberaParola di Modena (www.liberaparola.eu). Membro Eurofederazione di psicoanalisi

LEGGI L'ARTICOLO

Se “sbagli la comunicazione” è perché non hai capito la realtà

| Cultura 11 settembre, comunicazione, errore di comunicazione, referendum 2016, renzi e shared values

Di fronte alla realtà il comunicatore dovrebbe essere rispettoso come il marinaio del mare o lo scalatore della montagna. Tanto più di fronte agli elettori.

Giuseppe Mazza

Copywriter, dopo dieci anni in Saatchi&Saatchi e Lowe Pirella ha fondato Tita, la sua agenzia. Dirige Bill Magazine, la rivista italiana di studi sul linguaggio pubblicitario. Ha pubblicato "Bernbach pubblicitario umanista" e "Cose Vere Scritte Bene" (Franco Angeli). Ha scritto per Cuore, Comix, Smemoranda, Il Venerdì.

LEGGI L'ARTICOLO

Quando Gramsci, a pochi giorni dal suo arresto, incrociò a Bologna gli assassini di Anteo Zamboni

| Cultura Anteo Zamboni, attentato, Bologna, gramsci, Mussolini e pasolini

L’attentato bolognese al Duce, il massacro del presunto sparatore e le molte storie che si incrociano intorno a quella storia. Da Gramsci a Pasolini

Marco Macciantelli

Allievo di Luciano Anceschi, dottore di ricerca in Filosofia, già coordinatore della rivista “il verri”, agli studi e alla pubblicazione di alcuni libri ha unito l'impegno politico di amministratore pubblico.

LEGGI L'ARTICOLO

Vittoria e Abdul, le bassezze di sempre e la forza che cambia davvero il mondo

| Cultura judi dench, regina vittoria, stephen frears e vittoria e abdul

Film ironico e disincantato di Stephen Frears con una Judi Dench impeccabile. La corte vittoriana, bacchettona e perbenista, s’illumina di un cambiamento vero

Marco Macciantelli

Allievo di Luciano Anceschi, dottore di ricerca in Filosofia, già coordinatore della rivista “il verri”, agli studi e alla pubblicazione di alcuni libri ha unito l'impegno politico di amministratore pubblico.

LEGGI L'ARTICOLO

Contro l’ideologia della “fine dello Stato”. E i suoi fallimenti

| Cultura Mazzucato, pubblico, stato, stato imprenditore, stato innovatore e welfare

Lo Stato è stato dipinto come fonte di sprechi, di inefficienze, di oppressione fiscale nei confronti dei cittadini. Un attacco mirato a minare le basi del patto sociale alla base della nostra Costituzione.

Rosa Fioravante

Nata nel 1989, laureata in Scienze Filosofiche, studiosa delle ideologie della globalizzazione. Traduttrice, curatrice e autrice del volume di raccolta dei discorsi di Bernie Sanders "Quando è troppo è troppo!" (Castelvecchi, 2016). Membro del comitato di redazione della rivista Italianieuropei

LEGGI L'ARTICOLO

“Solo la pace è santa”. La religione e la guerra “nel nome di Dio”

| Cultura Bergoglio, Bibbia, guerra, guerra santa, pace santa, papa francesco, religione, religioni e violenza

A partire da una prospettiva che si riconosce nella tradizione cristiana e che dialoga con la tradizione ebraica e mussulmana proponiamo una serie di otto tesi che possono – forse – aiutare la riflessione sul religioso nei suoi molteplici legami con i temi della guerra, della pace, del terrorismo e più in generale con quelli del vivere civile.

Fabrizio Mandreoli

Classe 1972, Bologna, collabora in diverse attività giovanili, ha lavorato nel carcere di Bologna, ha studiato teologia e storia del pensiero teologico a Bologna e Milano, ha approfondito gli studi di storia, filosofia e lingue a Francoforte, Boston e Gerusalemme. Si occupa di varie questioni educative ed insegna storia della teologia e teologia fondamentale alla Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna. Ha pubblicato diversi testi monografici, traduzioni e articoli.

LEGGI L'ARTICOLO

La grande illusione: colmare con la comunicazione il vuoto della politica

| Cultura ben ali, comunicazione, disintermediazione, havel, popolo, propaganda, realtà e Rosatellum

Dalla crisi della politica si pensa a trarre profitto non a contrastarla, credendo di poterla gestire coi media. Ma la realtà riprende sempre il suo posto

Giuseppe Mazza

Copywriter, dopo dieci anni in Saatchi&Saatchi e Lowe Pirella ha fondato Tita, la sua agenzia. Dirige Bill Magazine, la rivista italiana di studi sul linguaggio pubblicitario. Ha pubblicato "Bernbach pubblicitario umanista" e "Cose Vere Scritte Bene" (Franco Angeli). Ha scritto per Cuore, Comix, Smemoranda, Il Venerdì.

LEGGI L'ARTICOLO