Una Fiat cooperativa: Gramsci e la trattativa tra il cavalier Agnelli e Romita

| Cultura Agnelli, Fiat, manifesto, Romita, e torino

Il 18 settembre 1920, durante l’occupazione delle fabbriche, il cavalier Agnelli propose un accordo al giovane deputato socialista Romita.

Federico Fornaro

Capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera. Senatore nella XVIIª legislatura. Tra le sue ultime pubblicazioni: "Fuga dalle urne. Astensionismo e partecipazione elettorale dal 1861 a oggi" (Epoké, 2016) e "Elettori ed eletti. Maggioritario e proporzionale nella storia d'Italia" (Epoké, 2017).

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo il virus, la riconversione del teatro. Il caso Carignano

| Cultura Carignano, Coronavirus, covid 19, teatro, e torino

Torino offre una stagione estiva da un teatro Carignano allestito ad hoc, aperto da mattina a notte, con la platea riconfigurata a 200 posti.

Alessandra Bernocco

Giornalista, laureata in filosofia, ama scrivere e cucinare. Da sempre appassionata di teatro, ha insegnato storia del teatro e collaborato come critico a vari periodici tra cui Avvenimenti, Europa, L’unità.tv, Multiversi, Dramma e Oltrecultura. Per Robin Edizioni ha pubblicato il suo primo romanzo, Suite Bohémien. Si sfoga sul suo blog, Verba manent.

LEGGI L'ARTICOLO

Cavallerizza Reale e non solo: quando e perché la cultura va in fumo

| Cultura beni culturali, cavallerizza, cultura, incendio, reale, torino, e Unesco

La Cavallerizza Reale di Torino brucia dello stesso fuoco che distrusse la cappella della Sindone prima e la cattedrale di Notre Dame più recentemente.

Gabriele D'amico

Torinese, avvocato, appassionato di diritto ed economia della cultura, dottorando fra Berlino e Gerusalemme in diritti umani e diversità culturale. Consapevolmente olivettiano, credo nella capacità umana di superare la gregarietà del sistema limbico e ragionevolmente spero in un futuro di sviluppo umano integrale.

LEGGI L'ARTICOLO

C’è un’altra “T’aV”, di cui vergognarsi. Lettera al 65 per cento del Pil italiano

| Italia amianto, Boccia, confindustria, morti sul lavoro, pil, tav, e torino

La domanda non è quanti morti le vostre aziende hanno prodotto, è perché voi, paladini dello sviluppo, non lottate con egual slancio per la TAV e per i risarcimenti

Gabriele D'amico

Torinese, avvocato, appassionato di diritto ed economia della cultura, dottorando fra Berlino e Gerusalemme in diritti umani e diversità culturale. Consapevolmente olivettiano, credo nella capacità umana di superare la gregarietà del sistema limbico e ragionevolmente spero in un futuro di sviluppo umano integrale.

LEGGI L'ARTICOLO