Visco: i garantiti dovrebbero aiutare i nuovi fragili, in base alle possibilità

| Politica e Primo piano
Antonello Caporale, Il Fatto quotidiano

Si tratta di guardare in faccia la realtà. Nel dopoguerra si tassarono gli extra profitti. Noi dovremmo immaginare qualcosa di simile. Con le riaperture prevale l’interesse economico sul destino del più debole. In economia è una considerazione lecita. Dal punto di vista etico è inammissibile. Draghi ha un’eccellente reputazione guadagnata sul campo. Ma anche lui farà i conti con il Paese che siamo, con i numeri che abbiamo. L’uomo dei miracoli non esiste in natura.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO

D’Alema: la pressione della destra rischia di logorare il governo

| Politica e Primo piano
Tommaso Labate, Il Corriere della Sera

Nessun tecnico può cancellare le differenze politiche. Il vero problema di Draghi è stata la campagna contro i partiti e contro il parlamento che ha esaltato la funzione salvifica del grande tecnico, anche con l’obiettivo di denigrare il governo precedente e il presidente Conte. Il presidente del Consiglio si è assunto la responsabilità di una linea di condotta orientata alla difesa della salute degli italiani, che poi è la linea di Speranza. I ventilatori cinesi? Tutta la procedura di acquisto è documentata sul sito della protezione civile.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO

Tozzo: il coronavirus si è portato via il neoliberismo, liberalizziamo i brevetti

| Politica e Primo piano
David Tozzo, Huffington Post

Mentre nuovi poveri nascono e sempre poveri si impoveriscono (e muoiono), il patrimonio dei primi 10 miliardari del mondo è aumentato a causa della (loro direbbero: grazie alla) pandemia di 540 miliardi di dollari complessivi, che come disvela un rapporto di Oxfam sarebbero “più che sufficienti a pagare il vaccino per tutti gli abitanti del pianeta e ad assicurare che nessuno cada in povertà a causa del virus“. Parafrasando papa Francesco potremmo dire: la risposta al coronavirus non può essere il capitalismo, bensì un nuovo egualitarismo.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO

Panzeri: ci indigna la sedia, non i nostri accordi con Erdogan

| Economia e Primo piano
Pier Antonio Panzeri, Huffington Post

Nell’aver relegato Von der Leyen in un ruolo subalterno si è voluto semplicemente affermare che ciò che conta è il Consiglio, e cioè gli Stati, e non il governo dell’Ue. Evidente anche la sottovalutazione della Presidente della Commissione Europea, che ha permesso cosi di mettere in piazza le divisioni delle Istituzioni europee e ad Erdogan di amplificarle e rendere visibile al mondo tutta la fragilità della proiezione esterna dell’Unione.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO

Speranza: over 60 vaccinati entro giugno, in estate saremo più sicuri

| Politica e Primo piano
Tommaso Ciriaco, la Repubblica

È incomprensibile: Salvini sta al governo, ma si comporta come fosse all’opposizione. Non dobbiamo vendere illusioni, le decisioni sono state sempre prese all’unanimità. Per Pfizer e Moderna Aifa ci dà la possibilità di fare i richiami al 42esimo giorno: si recuperano due o tre settimane e può essere utile. Presto le dosi residue di AstraZeneca disponibili a sera senza prenotazione. A maggio potremo tornare alle zone gialle, anche se serve gradualità.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO

Speranza: niente sconti a chi non rispetta i piani, un orizzonte per riaprire

| Politica e Primo piano
Claudio Cerasa, Il Foglio

Da qui a fine giugno possiamo rendere immuni 27 milioni di persone. Entro la fine di giugno tutta la popolazione fragile e la popolazione composta dagli over 70 sarà vaccinata e una volta raggiunto quell’obiettivo sono ottimista sul fatto che si possano superare molti dei vincoli attuali. Una volta vaccinata la popolazione più fragile credo che abbia senso riflettere se non sia opportuno liberalizzare tutte le vaccinazioni nel senso di dare la possibilità di vaccinarsi a tutti quelli che lo desiderano senza stabilire più fasce di età. Ma per arrivare a quel traguardo occorre essere più che mai vigili e intervenire con prontezza laddove si andranno a verificare asimmetrie inaccettabili per uno stato che vuole proteggere i suoi cittadini.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO

Visco: perché i veri liberali dovrebbero ribellarsi all’abuso dei brevetti

| Economia e Primo piano
Vincenzo Visco, Il Sole 24 Ore

Tutto è diventato brevettabile: non solo invenzioni e prodotti letterari e artistici, ma anche marchi commerciali, nome del prodotto, design, immagine, immagini, località di produzione di un bene, software eccetera. Dovremmo riflettere seriamente sulle caratteristiche di questo infernale meccanismo che abbiamo creato. Gli storici economici sono concordi nel ritenere che la rivoluzione industriale fu possibile per la rapida diffusione, senza ostacoli, delle invenzioni e delle innovazioni che venivano create. Il sistema attuale, invece, produce monopoli, rendite, diseguaglianza, stagnazione.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO

Bersani incontra Draghi, governo in difficoltà, percorso da aggiustare

| Politica e Primo piano
Monica Guerzoni, Il Corriere della Sera

A nessuno può essere consentito fare due parti in commedia, dicendo sì ai tavoli di maggioranza e no all’opinione pubblica. Non si possono scaricare le tensioni su chi ha il compito di tutelare la salute, è vergognoso e pericoloso. I fatti non si spiegano da soli, il governo comunichi il senso delle sue scelte. I sostegni vanno concentrati e rafforzati con uno scostamento di bilancio ulteriore e significativo e con interventi che non si riferiscano ai fatturati, ma agli utili. Il blocco dei licenziamenti deve proseguire.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO

Scotto: basta col tiro al piccione, Draghi deve difendere Speranza

| Politica e Primo piano
Antonello Sette, Globalist.it

Draghi sta riconfermando la linea del governo Conte, a dispetto di quanti immaginavano e magari auspicavano chissà quale rivoluzione. Ha mantenuto la salute pubblica al primo posto a scapito delle pressanti e pur legittime ragioni dell’economia, ma le scelte fatte vanno poi difese. E va difeso il Ministro che le rappresenta. C’è un clima pesante contro tutti quelli che hanno adottato misure di rigore nei confronti di una pandemia che purtroppo ci mette ancora di fronte a dati estremamente preoccupanti. La cosa che più mi fa arrabbiare è l’inconsapevolezza delle classi dirigenti, non solo di quelle che fanno riferimento alla destra. Parlo del sistema informativo, degli industriali e delle associazioni sociali. Parlo della sottovalutazione diffusa di quello che la pandemia ha mostrato e dimostrato.

Articolo1mdp Articolo1mdp

LEGGI L'ARTICOLO