Prove tecniche di retorica: Salvini saggia il terreno per capire fin dove può spingersi

| politica molti nemici, Mussolini, Salvini e tanti nemici

Con il suo “Tanti nemici, tanto onore”, come un ragno, Salvini saggia il terreno. Sembra che stia cercando, nella maniera fresca, giovane e scanzonata che i social gli consentono, di capire fino a che punto si può spingere prima di provocare una reazione forte

Gabriele Grosso

Lavoratore millennial, classe 1990. Project Manager e Operations Specialist per Talent Garden. Metà vita a Milano, metà a Napoli, e una spolverata di Veneto. Sempre amato capire come le cose funzionano, dagli atomi alla politica. Fanatico dell’azione, convinto che una sola parola, al posto e nel momento giusto, possa cambiare tutto.

LEGGI L'ARTICOLO

Mussolini redivivo inquieta a teatro. Un debutto al Festival di Spoleto

| Cultura augias, duce, gentile, Grillo, Mussolini, popolizio, Salvini e spoleto

“Mussolini: io mi difendo!”. Massimo Popolizio è il duce redivivo in un testo di Corrado Augias ed Emilio Gentile. Debutto a Spoleto al Festival dei Due Mondi

Alessandra Bernocco

Giornalista, laureata in filosofia, ama scrivere e cucinare. Da sempre appassionata di teatro, ha insegnato storia del teatro e collaborato come critico a vari periodici tra cui Avvenimenti, Europa, L’unità.tv, Dramma e Oltrecultura. Coordina l’online multiversi.it insieme a Chiara Merlo. Per Robin Edizioni ha pubblicato il suo primo romanzo, Suite Bohémien.

LEGGI L'ARTICOLO

Quando Gramsci, a pochi giorni dal suo arresto, incrociò a Bologna gli assassini di Anteo Zamboni

| Cultura Anteo Zamboni, attentato, Bologna, gramsci, Mussolini e pasolini

L’attentato bolognese al Duce, il massacro del presunto sparatore e le molte storie che si incrociano intorno a quella storia. Da Gramsci a Pasolini

Marco Macciantelli

Allievo di Luciano Anceschi, dottore di ricerca in Filosofia, già coordinatore della rivista “il verri”, agli studi e alla pubblicazione di alcuni libri ha unito l'impegno politico di amministratore pubblico.

LEGGI L'ARTICOLO

Chi rimarcia su Roma e cosa non abbiamo imparato dalla storia

| Cultura 28 ottobre, Forza Nuova, marcia su roma, Mussolini e raggi

La democrazia non regge a lungo andare alla pressione di diseguaglianze sempre più accentuate, che scavano solchi tra ceti e classi dalle dimensioni inimmaginabili sino a qualche decennio fa e preparano così il terreno su cui alligna il ripiegamento egoistico e sul quale si alimenta la paura dell’altro. Perciò si fa sempre più stringente la necessità di una diretta azione politica specifica e giustamente orientata a contrastare attivamente la campagna di intolleranza populista e di odio razzista che viene alimentata da tempo e che troverà la sua massima esplicitazione nelle prossime elezioni politiche.

Bruno Tobia

Ha insegnato Storia contemporanea presso La Sapienza-Università di Roma, occupandosi dei processi di costruzione del Nation Building in Italia in età liberale e in epoca fascista. La politica è stata da sempre la sua seconda passione.

LEGGI L'ARTICOLO