Def: Fornaro, la nota di aggiornamento è confusa, contraddittoria e iniqua

Politica

La montagna della propaganda governativa ha generato una Nota di aggiornamento al DEF confusa, contradditoria e iniqua, nonostante contenga alcune parti condivisibili, lotta alla povertà e quota 100 nelle pensioni. Sono inaccettabili gli attacchi di questi giorni da parte di autorevoli esponenti di governo alle autorità indipendenti in un crescendo che rischia di far scivolare l’Italia verso un modello di democrazia illiberale. Il nostro voto di astensione allo scostamento all’Obiettivo di Medio Termine (OMT) è in assoluta coerenza con la convinzione che lo sforamento del deficit non sia un tabù, ma che esso andrebbe finalizzato a un piano straordinario di investimenti per sostenere la crescita e buona e sana occupazione.

Lo afferma in Aula capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera Federico Fornaro intervenendo sulla Nota di Aggiornamento al Def.